Poeti e Scrittori contemporanei di Vasto
Fernando D'Annunzio
(Poeta, cantore, macchiettista ed esperto di cultura e tradizioni popolari)
E-mail: fernandodannunzio@yahoo.it - Tel. 0873.380096
 
  Divina Commedia: inferno  
Poesie
Coro Pol. Histonium
Macchiette vastesi
Gruppo Cantastorie
Le Štorie di Carnivàle
Parodie
Il Dialetto...
Lu pajjàre
Lunarie de lu Uašte
Li Jurne de la sittimmäne
Li Mise dill’ânne
Li Štaggiùne
I giochi di una volta
Lu Pîsciaréule
Testimonianze del Passato
Festa del Papà 8 Marzo: giornata della donna vastospa.it (10 anni)
 
S. Lucia vista dal Belvedere, la stradina è l'attuale strada di collegamento con la Sp86 per la Marina.
............................Il grande amore per il suo luogo natio, S. Lucia, del poeta Fernando D'Annunzio.
................................................. Un bel ricordo in versi che rievoca i vecchi tempi. ..
.........25 aprile 2012, M. S.
La case a ddo’ so’ nate

M’arisonne la case a ddo’ so’ nate
e sènde na vulìje e na speranze
d’aritruvàrmece come ‘na vodde,
p’arispirà’ nu ccone citilanze.

Ancòre mo me l’aricorde bbone
lu ‘ddore di cambagne tutti ‘ndurne,
lu cante di lu hàlle e di li cille,
ogne matìne, gna facéve jurne.

Tra li ruvìne i’ li sènd’ ancòre
la voce di chi mo nin gi šta cchiù,
e chili ‘ddure di mineštre e ssughe
che mamme priparàve a ttutti nu’.

Vuléss’ ariffacciàrme da lu mure,
pe’ jì’ a huardà lu mare e aricanosce,
mentre lu sole spunte all’orizzonte,
chila paranze nghi la vela rosce.

Vulésse che ‘šti sunne nin finisse
e che lu tempe n’ fusse ma’ passàte,
vulésse šta’ dicàse angòr’ a’èlle,
ma ‘šta furtùne ni’ mm’è štate date.

Tutte li vodde che ci pass’ annènde,
me pare d’aridivindà bbardasce
e a un’ a une sfoje li ricurde
di chila case che m’à vište a nnasce’.
Traduzione in lingua, dal dialetto abruzzese:
La casa dove sono nato

Torno a sognare la casa dove sono nato
e sento un desiderio e una speranza
di ritrovarmi lì come una volta,
per respirare un po’ di fanciullezza.

Ancora adesso io ricordo bene
il profumo di campagna tutto intorno,
il canto del gallo e degli uccelli,
ogni mattina, al nascere del giorno.

Tra le rovine io ancora sento
la voce di chi ora non c’è più,
e quei profumi di minestre e sughi
che mamma preparava per tutti noi.

Vorrei riaffacciarmi dal muro,
per guardare verso il mare e riconoscere,
mentre il sole spunta all’orizzonte,
quella paranza con la vela rossa.

Vorrei che questi sogni non finissero
e che il tempo non fosse mai passato,
vorrei abitare ancora in quella casa,
ma questa fortuna non mi è stata data.

Tutte le volte che passo lì davanti,
mi sembra di ritornare bambino
e ad uno ad uno sfoglio i ricordi
di quella casa che mi ha visto nascere.
 
Fernando D'Annunzio è nato a Vasto il 30 gennaio 1947; nono di dieci
figli
dell 'ortolano Luigi D'Annunzio e di Maria Giuseppa Spadaccini.

Risiede tuttora a Vasto con la sua famiglia: la moglie Olivia La Palombara
e
  i figli, Francesca e Nicolò.
Sin dall’adolescenza scopre l’amore per la:
Poesia e continua a coltivarla con passione sempre crescente anche
...dopo .che i suoi studi e poi la sua attività si sono orientati verso il settore
...tecnico -..industriale.
...Ha una produzione poetica ricca ed assortita; molte delle sue opere sono

...inserite in raccolte, antologie ed in vari siti internet e blog.
...Nel 2001, pubblica la sua prima raccolta di poesie dialettali
...e in lingua
."Nghi ttutte lu core" (Con tutto il cuore) -
...Editrice Histonium - Vasto.
...Fernando D'Annunzio ama definire le sue poesie: voce
...dell'anima, pensieri
e sentimenti che si.spogliano, acqua
. .di sorgente, gocce che stillano.dal cuore.
Ha deciso di
. .pubblicare il libro, mosso dal desiderio di devolvere
. .l'eventuale ricavato come.contributo alla.realizzazione
. .del Centro Sociale Polivalente o "Oratorio", ad opera dei
. .Salesiani .di Vasto. E lo ha fatto... "con tutto il cuore". 

...Nel 2018, ha dato alle stampe "In Riva al mare ...
.. Vasto", volumetto in cui raccoglie le sue più belle poesie
.. (in abruzzese), il meglio della .sua più recente.produzione.
....La raccolta che arriva a
.distanza .di diciassette anni dalla
....prima,.Fernando D'Annunzio dimostra di aver raggiunto
...la .piena maturità .artistica e di potersi davvero
...fregiare .dell'ambito
titolo di .pittore in versi della .sua
...terra e del suo.mare e
gli consente di raggiungere
...momenti di grande espressività e suggestione, a riprova
...del fatto che in poesia quel che conta è la forza, la capacità
...di saper trasmettere attraverso il mezzo della scrittura
...emozioni e suggestioni.
...La prefazione è di Giuseppe Tagliente, che così si esprime:
.llle.poesie in dialetto, in questo
caso l'abruzzese e non il
.llvastese
, manifestano al meglio le .corde della ispirazione
.lle dell'estro .artistico del poeta vastese
. E' un bel libro di
.llpoesie
, che vale .davvero la pena di leggere, che sa di
.llquesta terra e di questo .mare
, possibilmente a voce alta,
.llper gustarlo meglio
, come .si .faceva una volta.
...Il poeta dialettale vastese ha .riscosso molti .succcessi negli
.llultimi anni ed ha al suo attivo .premi e riconoscimenti sia
...a.livello regionale che nazionale.

Scrive sia in lingua che in dialetto. Le sue composizioni denotano: l'amore e l'attaccamento alla Famiglia, alla sua
terra e alla  sua Gente; l'ammirazione per le bellezze .naturali; l'esaltazione dei Valori più belli
e .più sani in cui
  crede
; simpatiche, brevi e semplici .sono i versi in dialetto dedicati ai tutti mesi dell'anno.
Solo verso la fine degli anni ottanta ha cominciato a rendere pubblica la sua produzione poetica,
partecipando a Concorsi e Rassegne, prima nell'ambito cittadino e regionale, poi, anche fuori
regione e fuori dall'Italia.
Ha subito incontrato il favore del pubblico e della critica ed ha al suo attivo numerosi premi e
riconoscimenti, tra i quali molti primi premi assoluti.
 
L'altra passione che coltiva da molti anni è quella per il:
Canto
:
dal 1973, è socio
...fondatore del
...Coro Polifonico Histonium
...B. Lupacchino dal Vasto
...(attivo da quasi 50 anni), in seno
.. al quale ha anche ricoperto la
.. carica
.di presidente ed è tutt'ora
.. corista.
 
A partire dal 1995, ha ripreso una antichissima tradizione carnevalesca vastese, componendo
...ogni anno le strofe de La Štorie, un canto che tratta, in rima e in chiave spesso satirica,
...eventi e personaggi che hanno caratterizzato l’anno trascorso, da un Carnevale all’altro. Oltre
...a comporre i versi della "Štorie", .dirige anche il Coro del Gruppo dei Cantastorie del Circolo
...Socio Culturale "Sant'Antonio Abate" di Vasto operante in seno alla Parrocchia di Santa
...Maria del Sabato Santo.
.. Nel 2004, ha pubblicato, la raccolta dei primi dieci anni de
.. La
Štorie, un  pregievole volumetto - Tip. Histonium - Vasto, . . dal titolo:
.. "Ogne anne 'na Storie" e nel 2014, la raccolta dei venti
. . anni
(dal 1995 al 2014), prezioso ed elegante volumetto
. . della tradizione popolare e carnascialesca vastese - Editore
. . Il Torcoliere - Vasto - 2014.
Compone, soprattutto dal 2011, anche delle “Macchiette vastesi
....con le quali vuole presentare, in chiave dialettale, la gente del popolo nelle manifestazioni
....quotidiane, i quadretti d’ambiente, gli approfondimenti folkloristici, le tradizioni popolari, i fatti,
..  le storie o gli aneddoti dal colore e sapore locale, che hanno interessato Vasto nel tempo e che
..  rappresentano uno specchio di vita della città.




Nel 2012, inizia la collaborazione
con Giuseppe Tagliente
... e Paolo Calvano nella cura di
.. "il Lunarie de lu Uašte
... ovvero l'almanacco dei Vastesi
", giunto ormai alla
... ventesima
 edizione
(2020).
Partecipa a progetti scolastici e interviene a trasmissioni televisive e radiofoniche sul dialetto, sulla poesia e sulle tradizioni locali.
 
Collabora a varie pubblicazioni, sia cartacee che multimediali, prevalentemente a livello locale.
 
Emembro di giuria in concorsi e rassegne di poesia ed è socio Poeta in seno alla
Associazione Nazionale Poeti e Scrittori Dialettali (A.N.PO.S.DI.).





Nel 2018, ha ricevuto il
premio San Michele (ventiduesima edizione), l'ambita statuetta del Santo Protettore di Vasto.
Nel 2021 (dicembre), in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (1265 - 1321), porta a termine la sua ultima fatica letteraria: la traduzione nel dialetto vastese
della Divina Commedia - Inferno: canti da I a V con sua declamazione in vernacolo, passando per il
testo in dialetto abruzzese di Giuseppe Perrozzi (Vasto, 1899 - 1973).
 
E’ possibile accedere a molti dei suoi componimenti effettuando on line la ricerca
poesie di Fernando DAnnunzio
M. S., dicembre 2021