Figure di Vasto, da ricordare
Cav. Luigi Ruzzi, il signore del Politeama
Industriale e grande filantropo. Emigrato in Argentina,
divenne uno dei più valenti industriali

(Vasto, 1899 - Buenos Aires, 1945)
 
Appena diciottenne, conseguita la Licenza tecnica, parte per l'Argentina.
A Buenos Aires con l'amico concittadino Carlo Della Penna apre una
piccola rivendita di quaderni, che in pochi anni si trasforma in una grande azienda produttrice e distributrice di carta. Sempre attento alle esigenze dei concittadini e della patria, diviene un benemerito benefattore per il sostegno ai Prestiti Nazionali durante la Grande Guerra e per le donazioni a Vasto, in particolare quella delle apparecchiature radiografiche all'Ospedale Civico negli anni '20.
Da allora, pur risiedendo in Sud America, ritorna con continuità a Vasto dove
costruisce una villa (l'attuale ristorante "Aragona") e il Politeama a lui intitolato.
Muore a Buenos Aires nel 1945.
Prima pietra del Politeama, 31 luglio 1931 (foto Anelli)
starlcio da "Lunarie de lu Uašte" - ed. 2014