Città limitrofa di Vasto
San Salvo:Personaggi
Raffaele Artese
(S. Salvo, 1925 - Vasto, 14 aprile 2011)
Scrittore, poeta, pedagogista, direttore didattico,
corrispondente del periodico
"la Voce" di San Salvo
S. Salvo: Pe./Fig. Anna Stivaletta, la moglie S. Salvo: Trad: Poesia Trad.: Cred. P./Lu Mazzemarélle
E’ improvvisamente deceduto, a Vasto, Raffaele Artese, scrittore, poeta, pedagogista, direttore didattico e corrispondente del
periodico la Voce di San Salvo.
Amava visceralmente il suo paese natale San Salvo, dove tornava appena possibile.
Abitava con la moglie Anna Stivaletta, a Vasto.
Era molto considerato nel “mondo” culturale vastese per le sue
elevate doti di poeta e scrittore.
Autore di molti libri sulle tradizioni locali.
Ha pubblicato, fra l'altro:
Lu Mazzemarélle (1978, 2006), poemetto satirico in dialetto
...abruzzese;
Stravaganze del mio stivale (1993);
Come ti educo il piccolo Andrea  (1993),  saggio emblematico;
Fiabe e racconti salvanesi (2001);

Storia minore di San Salvo (2002);
La Gissana, romanzo (2003);
Don Gaetano de Vito (2005);
Don Luigi Sartore (2005);
Vita e opere di un illustre medico salvanese (2007);
Vita di un educatore salvanese (2008);
Vocabolario del dialetto di San Salvo (postumo, 2011). 

Ha scritto testi di canzoni in lingua e in dialetto abruzzese.
Medaglia d’oro e Diploma di Benemerenza al merito della Pubblica Istruzione dal Presidente della Repubblica.

Aveva aderito al Lions Club di San Salvo per tornare più spesso ai suoi amici.
Siamo addolorati per la morte del nostro amico Raffaele, uomo di grande umanità e spessore culturale. Esprimiamo le più sentite condoglianze alla moglie Anna, ai suoi figli e ai nipoti.
Michele Molino, da San Salvo, 2 maggio 2011

Per Raffaele Artese, la luce perpetua
Raffaele Artese non è più, l'Amico, il Maestro di vita, l'Uomo della Scuola. Ha chiuso la Sua vicenda terrena il 14 aprile 2011, a Vasto, nell'Ospedale.
Se n'è andato in punta di piedi, come per non dar fastidio a parenti, amici e a tutta la famiglia della Scuola, del Vastese e del vicino Molise. Con dignità ha vissuto il suo male che, in questi anni, ha dato alla forte tempra dell'Uomo non poche sofferenze, ha subito anche un delicato intervento chirurgico che però non fiaccava lo spirito del Maestro: anzi il Dottor Artese rivisitava i più svariati interessi, dallo studio dei classici alla ricerca scientifica, dalla narrativa alla poesia, e senza perdere di vista la cultura locale e le discipline umane: pedagogia, sociologia e psicologia, le sue "armi" predilette per scandagliare
l'universo della conoscenza, a Scuola e nella società. E rimane una bella traccia di questi interessi: sono pubblicazioni agili e gustose, scritte per essere lette dai giovani e meno giovani.
Presso l'Editore Cannarsa di Vasto ha pubblicato, fra l'altro:
"Lu Mazzemarelle", "Stravaganze del mio Stivale", "Fiabe e racconti salvanesi", "Storia minore di San Salvo", "La Gissana (Romanzo)".
Con l'Editore Solfanelli, il saggio emblematico, "Come ti educo il piccolo Andrea".
Con l'Editore Histonium "Personaggi salvanesi", "Vita di un educatore salvanese ed altri".
E' in corso di stampa anche un Vocabolario del dialetto di San Salvo, quasi ad attestare il forte legame affettivo con la Sua città natale.
Raffaele Artese, infatti, era di San Salvo; qui ha fatto Le Elementari, e sempre è rimasto affezionato alle sue radici paesane, da autentico meridionale che mai tradisce l'estrazione sociale; era un abruzzese di razza, ed a Sulmona, dove diventa "Maestro elementare", "ha bevuto profondamente" alla fonte di uomini "forti e gentili"; diventa Dottore a Urbino e quindi, a suon di concorsi, è promosso Ordinario e quindi Dirigente scolastico: carriera fulminea come si addiceva ad un docente per bene. E tale rimaneva Raffaele Artese, anche a Brescia, in Molise ed infine a Vasto.
Qui chiudeva, al Primo Circolo, 50 anni di carriera scolastica esemplare! Però, non incrociava le braccia: di lì a poco dirigerà la Scuola Civica Musicale di Vasto, e lo sarà per ben dieci anni; non basta: per altri dieci lunghi anni farà volontariato all'"Università delle Tre Età di Vasto", dove terrà le lezioni di psicologia e sarà il Responsabile culturale. Le esequie si sono tenute nella chiesa di S. Maria Maggiore di Vasto, il primissimo pomeriggio del 15 aprile.
stralcio da art., a firma F. Mugoni, apparso sul mensile "il Giornale del Vastese", periodico d'info. - n. 8 - maggio'11