Tradizioni Popolari: Serenate augurali
Le Prejulàte (Le Priolate) a Vasto
19 gennaio
Erano
serenate augurali, fatte alla vigilia della festa dei Santi Protettori
portate nelle case dei mastri artigiani con accompagnamento di violini.
L'accompagnamento consisteva in una scala semitonata ascendente e discendente, eseguita su una delle corde dello strumento, mentre il canto, con la chiusa augurale alla "signora Priore", la moglie del capo di casa, si risolveva a volte anche in una strofa a dispetto.
Gli ultimi violinisti popolari sono stati:
Ma
šte Fulizinze De Fanis;
Lu Ggidice Massone;
Pitre lu luápe Scopa.
come risulta da una breve comunicazione di Carlo Boselli, allora Presidente dell'Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Vasto, al VII Congresso Nazionale delle Tradizioni Popolari svoltosi nel 1957 a Chieti.
 
La Prejulàte de li fabbricatìre (La priolata dei muratori)
Veniva cantata nella vigilia di San Sebastiano, il 19 di gennaio.
stralcio da "Lunarie de lu Uašte" - ed. 2004