Macchiette vastesi di Luigi Anelli (1860 - 1944):
Fujj'ammèsche (Verdure miste o ossortite)

Du fujj'ammèsche ajj' accungiat'a èsse,
circh' e ddummanne sta a 'ssa grimbitelle: cascègne, panarazz' e cicurèlle,
cionne di pèchere e halline gresse!
Alcune verdure miste ho aggiustato qua,
cerca e domanda, sta in codesta zuppiera:
sonchi, rosolacci e cicorielle,
viperine e gallinelle!
Mo ti ci truve, prùvel' e ppo' resse
ca ti piace; la séte, vè', sta a èlle;
assìttete, ca si sso' puvurelle,
pi lu bbon ghéure doppe ni' mi pèsse!
Adesso ti ci trovi, assaggiale e può essere
che ti piacciano; la sedia, vedi, sta là;
siediti, perché se sono poveretta,
per il buon cuore, poi, non mi passi!(1)
Vèite ca nin è rrobba pirlibbate;
è jèreve chi crasce gna vé' vé',
chi solamènde Créste l' à 'ddacquate!
Guarda che non è roba prelibata;
è erba che cresce come càpita càpita, (2)
che solamente Cristo l'ha addacquata!
Ni' l' aripajjudèsce?!...e chi vu cchiì?
quasse ti pozze dà', fraticce mé':
èsse lu mort' e ppiàgnetele ti!
Non la digerisci?!...e che vuoi di più?
tutto ciò ti posso dare, fratellino mio:
eccoti il morto e piangitelo tu!(3)
(1) nel senso di generosa accoglienza.
(2)spontaneamente.
(3) se lo vuoi, è questo, altrimenti arrangiati.
dal libro di Pino Jubatti - 2003 - Ed. di Radio Vasto - Il Dialetto Vastese
nelle 40"macchiette" di Luigi Anelli, macchietta n. 24 - anno 1885