Folklore di Vasto
Coro Polifonico Histonium (Anno di nascita: 1973)
Bernardino Lupacchino dal Vasto
Repertorio
: Canto Gregoriano - Rinascimento Sacro - Rinascimento Profano -
Barocco - Ottocento - Novecento - Gospel & Spiritual - Canti Popolari - Liturgia
http://www.cph-lupacchino.it/
40 anni fa (1973), nasceva a Vasto
Il Coro Polifonico Histonium

AUGURI!!!!!
 
Il Coro Polifonico Histonium (1973-2013) festeggia i 40 anni di attività
 
diretto dal M° Luigi Di Tullio
Attuale formazione del Coro
Presidente Bruno Di Lena
Soprani:
Cavuoti Claudia
Cilli Anna Giulia
D'Adamo Annamaria
D'Aurizio Mirella
De Fanis Valeria
Di Chiacchio Anna Maria
Farinacci Michelina
Iovacchini Marina
Loreto Giorgia
Rotellini Elia
Santovito Marzia
Sconosciuto Maria
Spadaccini Tiziana
Stivaletta Anna Lidia
Trofini Nella

 

Contralti:
Castelli Ada
D'Adamo Gabriella
Desiati Nicoletta
Di Falco Maria Rosaria
Massimi Pia
Melle Miriam
Nanni Emilia
Patriarchi Teresa
Petrella Clarice
Rago Costanza
Trovarelli Laura
Valentini Antonietta




     
Bassi:
Di Ienno Massimo
Di Lena Bruno
Fuiano Nino
Ialacci Vincenzo
Marchesani Antonio
Marotta Nicola
Palazzo Giuseppe
Vallese Nicolino


    Tenori:
Calvano Paolo
D'Annunzio Antonio
D'Annunzio Fernando
De Rosa Raffaele

Del Muto Vincenzo
Di Ienno Davide
Fiore Franco
Sabene Franco

Saraceni Alessandro
 
Fernando D'Annunzio, fondatore del Coro
Personaggi: F. D'Annunzio
Parodie
Macchiette vastesi
Poesie
Gruppo Cantastorie
Le Štorie di Carnivàle
Il Dialetto...
Lunarie de lu Uašte
Li Jurne de la sittimmäne
Li Mise dill’ânne
Li Štaggiùne
I giochi di una volta
Lu pajjàre
 

Soddisfacente trasferta del Coro Histonium in Francia,
dal 16 al 20 luglio 2013, per la partecipazione al
18º Festival
Choral International en Provence, unico nel suo genere

comunicato del 26 luglio 2013

Requiem di Mozart
quattro impegnativi appuntamenti per il Coro Polifonico Histonium
Venerdì 30 marzo 2012 ore 21.00 - Teatro Massimo - Pescara;

Sabato 31 marzo 2012 ore 21.00 - Teatro Savoia - Campobasso;

Domenica 1° aprile 2012 ore 17.30  - Cinema Pacifico - Sulmona;

Martedì 3 aprile 2012 ore 20.00  - Chiesa del Gesù - Roma.

Il Coro Polifonico Histonium "Bernardino Lupacchino dal Vasto", diretto da Luigi Di Tullio, eseguirà il Requiem K. 626 di W.A. Mozart in quattro occasioni davvero speciali.
Il direttore d'orchestra Antonella De Angelis e l'Orchestra "Benedetto Marcello" di Teramo sono i promotori di questo Progetto, che è stato inserito nel calendario dei concerti della Società del Teatro e della Musica "L. Barbara" di Pescara, Associazione Amici della Musica Walter De Angelis di Campobasso, Camerata Musicale Sulmonese, Festival di Pasqua di Roma.
Il progetto si avvale anche della partecipazione del Coro Polifonico di Pescara diretto da Nicola Russo, del soprano Pervin Chakar, del mezzo soprano Annunziata Vestri, del tenore Luciano Ganci, del basso Gianluca Lentini.

Un onore e una grande soddisfazione per la compagine vastese.
Notizie del Coro pervenute in Redazione il 25 marzo 2012



Manifestazioni in Vasto
Rassegna Musicale
Bernardino Lupacchino dal Vasto
organizzata dal Coro Polifonico Histonium

Il Coro Polifonico Histonium ha concluso oggi un
importante percorso di ricerca iniziato nel 1999:
la pubblicazione su quattro CD delle Messe e dei mottetti di
Bernardino Lupacchino dal Vasto compositore vastese del ‘500.
 

Premiato il Coro Polifonico Histonium
Premio San Michele 2011 - Vasto (XV Edizione)
Tradizionale cerimonia di consegna dei premi San Michele giovedì 29 settembre 2011 nella sala della Pinacoteca di Palazzo d'Avalos di Vasto da parte dell'Associazione Culturale San Michele presieduta da Elio Bitritto.
La manifestazione giunta quest'anno alla sua 15a edizione ha voluto dare un riconoscimento a quei cittadini che con impegno e dedizione si sono distinti nel campo della cultura, della scienza, dell'economia, della finanza, onorando il nome della loro Vasto anche fuori dai suoi confini.
Il Premio quest'anno è andato al Coro Polifonico Histonium
"Bernardino Carnefresca
detto Lupacchino dal Vasto"
ambasciatore della bella musica vastese in Abruzzo, in Italia e nel mondo.
La prestigiosa corale diretta dal Prof. Luigi Di Tullio, ha interpretato canti patriottici ed abruzzesi, animando la serata.
Altri assegnatari del Premio:
Edmondo Del Borrello, ovvero il Cinema a Vasto, presidente della sezione Abruzzese
dell'Associazione Nazionale Esercizi Cinematografici, per aver creato a Vasto una prestigiosa
multisala e programmando il Vasto Film Festival ed imprenditore alberghiero;
Gianfranco Iuliani, imprenditore nel settore del catering, una grande forza di volontà, vero
esempio di coraggio imprenditoriale, titolare del 1° centro di distribuzione di prodotti alimentari;

Prof. Luigi Altiero Medea, fondatore, promotore e organizzatore del Premio Nazionale
"Histonium" di poesia narrativa, giunto alla XXVI edizione, consolidato a Vasto, in Abruzzo, in
Italia e all'estero, titolare di numerosi attestati culturali;
Enzo Tettamanti, pro¬rettore per la ricerca scientifica presso l'Ateneo di Teramo, una vita
dedicata alle applicazioni dalla fisica alla biologia. Una carriera accademica svolta con passione
e impegno.

Atri: Concorso Regionale Corale d’Abruzzo
.........................Coro Polifonico Histonium:
................................secondo Coro d'Abruzzo
Il Coro Polifonico Histonium “B. Lupacchino dal Vasto” secondo classificato al Concorso Regionale Corale d’Abruzzo.
Domenica 26 settembre si è svolta in Atri ,  la prima edizione del Concorso Corale per folklore e polifonia , organizzata dall’A.R.C.A. Associazione Regionale Cori d’Abruzzo.
La Commissione giudicatrice,composta da illustri musicisti quali il M° Aldo Cicconofri, M° Fabrizio Barchi ed il M° Walter Marzilli, su 15 cori partecipanti, ha premiato per ben due volte il
Coro Polifonico Histonium di Vasto che ha  concorso sia per la polifonia che per il folklore, classificandosi al secondo posto in tutte e due le competizioni.
Per la sezione Polifonia, il primo coro classificato è risultato “Compagnia Virtuosa” di Pescara, mentre per la sezione folklore la Corale Trebula di Quadri .
Complimenti per questa brillante affermazione  del Coro Polifonico Histonium a tutti i coristi, al
M° Luigi di Tullio e al presidente Bruno Di Lena.
stralcio da articolo apparso su "www.noivastesi.blogspot.com" in data 27 sett. 2010

Il Coro Histonium al Festival Internazionale della Musica
di Cantonigros”
in Spagna

Il Coro Histonium ha rappresentato l’Italia al “Festival Internazionale della Musica di Cantonigros” in Spagna, dal 15 al 19 luglio 2010.

Unico Coro polifonico italiano partecipante unitamente a formazioni provenienti da tutto il mondo.

Per il sodalizio vastese, attivo da ben 37 anni, l’ammissione al prestigioso concorso è stato un grande traguardo e riconoscimento che giunge a coronamento di un periodo denso di attività e colmo di soddisfazioni; citiamo solo le più importanti tappe dell’anno trascorso:
Basilica di San Pietro in Roma,
Auditorium RAI di Torino,
Duomo di Milano.

Auguri, congratulazioni e grazie al Coro Polifonico Histonium, al Maestro Luigi Di Tullio, al Presidente Bruno Di Lena e a cantori tutti che con dedizione e sacrificio portano avanti questa attività artistica, vanto e lustro della nostra terra.

stralcio da articolo apparso su "www.noivastesi.blogspot.com" in data 14 luglio 2010

Mini tournée in Lombardia del C. P. H.
Sabato 22 e domenica 23 maggio 2010
sabato sera
,
Concerto nella Chiesa della Visitazione a
Pero Mi - Domenica: mattina animazione alla Messa al Duomo di Milano - sera Concerto presso l’Auditorium di Via Meda a Rho Mi
Grande soddisfazione e successo
.............................all'interno del Duomo di Milano

E' stata una ghiotta occasione per gli abruzzesi ed i vastesi residenti in Lombardia
. Il Coro ha partecipato a due importanti manifestazioni:
La prima di esse, intitolata “Voci per la solidarietà”, organizzata dall’Associazione IL Ceppo di PERO e finalizzata alla raccolta fondi a favore del convento delle suore di clausura di Paganica (Aq), seriamente danneggiato dal sisma del 6 aprile scorso.
La seconda, organizzata dall’Associazione Famiglie abruzzesi e molisane “La Maiella” di RHO, per l’assegnazione dei premi Maiella 2010.
Il Premio è stato istituito nel 1988 con l’obiettivo
di sottolineare l’importante ruolo e la significativa presenza degli abruzzesi e molisani in Lombardia, in altre regioni italiane ed all’estero, e da anni rappresenta uno dei più importanti ed affermati  appuntamenti culturali della città di Rho.
Personalità designate per il Premio 2010: Mario Fratti, drammaturgo e scrittore  da New York -
d.ssa Marina Catena, Direttrice del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite da Parigi -
dr. Nicola Occhiocupo, costituzionalista e rettore dell’Università di Parma - Avv. Alfonso De Virgiliis fondatore e presidente del Premio Galileo di Firenze - dr. Raffaele Iannucci, direttore della rivista “Plen Air” - prof. Emilio Gentile, storico e docente all’Università La Sapienza di Roma.
M. S. - 24 maggio 2010

X° Meeting della Coralità Abruzzese in Vaticano
L’Associazione Regionale Cori d’Abruzzo (A.R.C.A.) ha organizzato, mercoledì 28 ottobre 2009, il
“X ° Meeting della Coralità Abruzzese” nella splendida cornice della Basilica di San Pietro in Vaticano.
Il Meeting, nato per celebrare il Grande Giubileo del 2000 nel Santuario di San Gabriele in Isola del Gran Sasso, è diventato un appuntamento annuale per le Corali abruzzesi e si è trasferito, nella sua decima edizione, in Vaticano dove circa 1.400 partecipanti abruzzesi hanno preso parte all’Udienza del Santo Padre in Piazza San Pietro e nel pomeriggio i 600 coristi riuniti hanno animato la Santa Messa nella Basilica con la direzione del M° Walter Marzilli e all’organo il M° Francesco D’Annibale, giovane ed affermato organista vastese.
La Messa solenne è stata celebrata da S.E. Mons. Carlo Ghidelli, presidente della Conferenza Episcopale Abruzzo e Molise, e da tanti prelati della Santa Sede.
Hanno partecipato le Corali d’Abruzzo associati all’ARCA, tra i cori vastesi segnaliamo la presenza del: Coro Polifonico Histonium “B. Lupacchino”, il Coro Polifonico San Paolo, i Cantori del Golfo.
stralcio da articolo apparso su "www.noivastesi.blogspot.com" in data 28 ottobre 2009

Il Coro Polifonico Histonium in Piemonte: un successo
.........................Concerto di Natale
..........con il Coro Polifonico di Rivarolo ed
..il famoso Coro Polifonico Histonium di Vasto.

E' stato un vero successo, domenica 6 dicembre 2009 dalle ore 16,30 per “Natale d’Incanto”, concerti nell’ambito di “Piemonte Musica” con il Patrocinio del Comune di Barbania, il Gruppo Culturale barbaniese, la Pro Loco e la Regione Piemonte.
Nella bella ed antica chiesa di San Giuliano a Barbania, due ore di grande “performances” con protagonisti il Coro Polifonico “Città di Rivarolo”diretti da una insuperabile Maria
Grazia Laino ed, inaspettati dall’Abruzzo, i cantori del Coro Polifonico Histonium di Vasto.
Grande entusiasmo ed applausi per un repertorio tecnico e non facile. Applausi per tutti i protagonisti e gli organizzatori.
stralcio da articolo apparso su "www.noivastesi.blogspot.com" - 8 dic. 2009

Il Coro Polifonico Histonium "Bernardino Lupacchino dal Vasto"
ha compiuto 35 anni ma non li dimostra
II Coro Polifonico Histonium raggiunge il traguardo dei 35 anni di attività, insediandosi
tra le realtà associative, in particolar modo culturali, più longeve nella storia della Città.
E' questa l'occasione di ripercorrere le tappe fondamentali della vita di questa
importante realtà, insieme al Presidente Bruno Di Lena.
Presidente, com'è nata l'idea del Coro Polifonico?
Nel 1973 un gruppo di amici si ritrovò a cantare ad una festa al Castello Aragona. In quell'occasione nacque spontanea e condivisa l'idea di unire la passione comune per il canto e formare un coro. Fu don Giovanni Pellicciotti che assunse l'incarico di maestro di quello che venne inizialmente chiamato "Coro del Castello Aragona" e che si esibì per la prima volta il 4 gennaio 1974 con una raccolta di canti natalizi.
Nel 1976, sotto la direzione del maestro Emidio Cionci, il Coro si costituì ufficialmente come associazione, prendendo la denominazione di "Coro Polifonico Histonium".
Nel 1979 al coro si unirono i giovani del "Gruppo Corale Bernardino Lupacchino", presente nella Parrocchia di Santa Maria. Fu così che il coro assunse la denominazione
definitiva che dura ancora oggi "Coro Polifonico Histonium - Bernardino Lupacchino dal Vasto".

Quali sono i tratti caratterizzanti l'attività del Coro?
Fin dagli esordi il filo conduttore della nostra attività è stato quello di divulgare l'amore per la musica polifonica.
Le esperienze del Coro vanno in due direzioni, comunque accomunate dall'utilizzo della polifonia. Lo studio di brani dei grandi compositori classici e la riscoperta e l'esecuzione in polifonia dei canti popolari abruzzesi. Il tutto unito alla grande passione che unisce tutti i componenti del coro e la vera amicizia che ci lega permettendoci di affrontare le tante prove con allegria.

Nei 35 anni di storia ci sono stati tanti appuntamenti importanti, in particolare in occasione degli anniversari, che hanno lasciato una traccia indelebile nella storia culturale della Città. Ci ricorda i più significativi?
Sarebbe impossibile ricordarli tutti qui. Voglio citarne solo alcuni, che secondo me sono state tappe fondamentali per la crescita del Coro.
Nel 1988 abbiamo riportato in scena "Core me", l'operetta scritta da Espedito Ferrara e Aniello Polsi.
Nel 1992, per il ventennale del coro, l'esecuzione della "Nelson Messe" di Haydn, accompagnati dall'Orchestra Filarmonica di Bacau.
Con il Maestro Luigi Di Tullio è iniziata una ricerca preziosa sull'opera del Lupacchino, in particolare dei brani mai eseguiti prima, culminata nell'esecuzione della "Messa Dilexi Quoniam" e nella pubblicazione del volume "Messe inedite del Lupacchino" a cura dello stesso Luigi Di Tullio.
Negli ultimi anni, con grande soddisfazione e un successo decretato dalle tante persone che hanno assistito alle esecuzioni, ci siamo cimentati con il Gloria e il Credo di Vivaldi, per il 30° anniversario del Coro, e con il Requiem di Mozart lo scorso anno.
Non posso non citare la partecipazione l'estate scorsa al Festival della Musica Universitaria a Belfort, in Francia, un'esperienza che credo resterà per sempre nei nostri cuori.

Soprattutto nell'ultimo decennio, grazie all'organizzazione della Rassegna Nazionale di Cori Polifonici, avete potuto arricchirvi detto scambio con realtà provenienti da tutta Italia. Cosa significa questo per voi?
Il motivo di fondo di questa iniziativa che ormai è giunta all'ottava edizione è proprio questo. Favorire lo scambio musicale e culturale.
In queste edizioni sono giunte a Vasto formazioni provenienti da tutta Italia, che ci hanno permesso di regalare alla Città concerti di elevato spessore, e che costituiscono per noi stessi un prezioso momento di crescita per la nostra attività.

In questi anni sono tanti i coristi che sono passati nelle fila del Coro Polifonico. Come avviene il ricambio generazionale?
Intanto sono felice perché ci sono sempre persone che si appassionano alla polifonia e quindi desiderano condividere con noi questa passione.
Già dal 1998, abbiamo istituito il Piccolo Coro Histonium, al quale da un anno si è aggiunto il Coro Giovanile.
Queste due formazioni, sotto la sapiente guida di Luigi Di Tullio, mirano a far crescere l'amore per la polifonia nei più giovani, che una volta cresciuti entrano a far parte del Coro vero e proprio. L'aspetto più bello è il legame che si viene a creare tra i "veterani" e i giovani, che permette un vero e proprio scambio di esperienze non solo musicali, ma soprattutto di vita vissuta.

Quali sono le iniziative che realizzerete in questo anno per voi così importante?
Il primo appuntamento sarà in questo mese di novembre con l'ottava edizione della Rassegna di Cori Polifonici, che vedrà la partecipazione del Coro Farnetum di Fragneto Monforte, del Coro Giuseppe Verdi di Teramo, del Coro Maschile La Portella de L'Aquila e del Coro Femminile Eos di Roma.
Il 7 dicembre, nella Chiesa di Santa Maria maggiore eseguiremo il Magnificat di Bach, accompagnati dell'Orchestra da Camera delle Marche.
Abbiamo infine intenzione di incidere e pubblicare dei CD per conservare nel tempo soprattutto i canti della tradizione popolare abruzzese.
stralcio da art., a firma Giuseppe Ritucci, apparso su "Vasto domani", giornale degli abruzzesi nel mondo - n. 11 - nov. 2008

Una serata indimenticabile per il Coro Polifonico Histonium
II Requiem di Mozart a Vasto. E' stata questa l'idea frutto di grande coraggio e intraprendenza, che ha spinto il Coro Polifonico Histonium a realizzare un evento di assoluto spessore culturale. E così, il 3 dicembre scorso, nella splendida cornice della Chiesa di Santa Maria, il numeroso pubblico presente ha assistito ad una magistrale esecuzione dell'opera numero K626 del genio austriaco, di cui nel 2006 è ricorso il 250° anniversario della nascita. Le musiche sono state eseguite dall'Orchestra da Camera delle Marche, composta da 30 elementi. Per poter dare un adeguata dimensione e coralità ad un'opera che si caratterizza per una spiccata maestosità, era presente anche l'Associazione Sant'Andrea di Pescara, anch'essa tra le più conosciute della regione Abruzzo. A dirigere il maestro del Coro Histonium Luigi Di Tullio, che ha trasmesso ai coristi le sue competenze nei mesi di preparazione.
Durante l'esecuzione dei brani, il rispettoso silenzio dei presenti
era attraversato dalla potenza delle musiche e delle voci,
suscitando emozioni che seguivano l'andamento dei brani di questa Messa funebre, ultima opera, peraltro incompiuta del compositore. Al termine del concerto, era visibile la soddisfazione nei volti di tutti i coristi, ed in particolare in quello del Presidente del Coro Polifonico Histonium, Bruno Di Lena. "Per un Coro come il nostro, composto da persone che vivono con un'immensa passione per il canto, essere qui questa sera è stato come realizzare un sogno. Era doveroso ricordare un genio della musica come Mozart, in particolare con quest'opera universalmente riconosciuta come un capolavoro, resa ancora più suggestiva dall'alone di mistero che la circonda. E' per noi tutti un orgoglio averla eseguita a Vasto. Il calore del pubblico ci ripaga di tutti i sacrifici fatti durante la preparazione. Ci sentiamo parte integrante della nostra città e da più di trent'anni cerchiamo di farci promotori della cultura per la musica polifonica, con un occhio di riguardo a quella legata al nostro territorio e ai suoi compositori".
E' stata senza dubbio una serata indimenticabile, resa possibile anche dalla sensibilità di istituzioni pubbliche e private, che si sono dimostrate ancora una volta sensibili ad eventi culturalmente rilevanti. La risposta dei cittadini vastesi a questo evento, dà forza e vigore all'attività del Coro Polifonico, impegnato ormai da anni in attività concertistiche che lo portano fino a varcare i confini Nazionali, e soprattutto nell'organizzazione della Rassegna Musicale Bernardino Lupacchino dal Vasto, che ogni anno porta in città formazioni musicali provenienti da tutta Europa.
stralcio da art. a firma, Giuseppe Ritucci, apparso su "Vasto domani", giornale degli abruzzesi nel mondo - n. 1 - Gennaio' 07

Concerto con i cori Histonium e Anagni, con l'orchestra "Pro-Arte" di Roma
La musica barocca affascina Palazzo D'Avalos
a Vasto
Un avvenimento culturale di grande prestigio che si è svolto nella suggestiva corte dello storico Palazzo dei Principi D'Avalos di Vasto, per l'esecuzione di un concerto di musica barocca.
Protagonisti applauditissimi della serata, promossa dal Coro Polifonico Histonium Lupacchino dal Vasto, diretto dal Maestro Luigi Di Tullio, il coro Polifonico Città di Anagni, diretto dal Maestro Luigi Brandi, e l'orchestra "Pro-Arte" di Roma.

Un concerto, a cori riuniti, che ha entusiasmato il folto e qualificato uditorio, alla presenza del sindaco della Città Luciano Lapenna ed esponenti della nuova Giunta Comunale che hanno espresso positivi commenti, per la magistrale esecuzione di Musiche di Vivaldi, Mozart,   Haendel, nella
superlativa   interpretazione, più volte richiesta
Nella foto il coro polifonico Histonium
con alle spalle porta Santa Maria - Vasto
  ed eseguita dell'"Alleluiah", dal "Messiah" di George Friedrich Haendel.
Un programma di fascinosa suggestione e di profonda attenzione per la partecipazione straordinaria dei soprano Valeria De Fanis e Alessandra Santovito, e del contralto Marie Kristine Schaefer e del flautista Mauro Salvatori.
Il Coro Polifonico Histonium "Lupacchino dal Vasto" è impegnato in attività musicali di notevole
risonanza nazionale, con un repertorio stilistico avvincente, grazie alle caratteristiche potenzialità vocali che consente di spaziare nella produzione rinascimentale, barocca e del novecento italiano e straniero, oltre che comprendere eventi culturali legati al folclore e alla polifonia antica.
Oltre a gemellarsi con i prestigiosi complessi corali, quali il "Polifonico S. Antonio Abate" di Cordenons (Pordenone), l'Histonium è promotore della Rassegna Musicale "Bernardino dal Vasto", considerata una vetrina delle esperienze vocali italiane più interessanti.
stralcio da art., a firma Giuseppe Catania, apparso su "Il Vastese", mensile d'info. del territorio - n. 7/8 lu./ago. 2006

Intensa attività musicale a Vasto
I Concerti del coro polifonico Histonium

Intensa l'attività musicale che il Coro Polifonico Histonium "Bernardino Lupacchino dal Vasto", svolge e che caratterizza già la stagione concertistica di quest'anno. Lo scorso 24 maggio si è esibito, con successo, nella splendida Cattedrale di Larino nell'ambito delle manifestazioni indette per celebrare il Patrono della Città, San Pardo. Il 4 giugno il Coro Polifonico di Vasto ha come tappa Montevergine (in provincia di Avellino) per prendere parte alla seconda edizione della Rassegna di Cori Polifonici intitolata a "Maria e lo Spirito Santo".
L'associazione corale vastese ha anche uno scambio culturale con il Coro Polifonico Città di Anagni con l'esecuzione, a cori riuniti, del "Credo e Gloria" di A.Vivaldi, e dell'"Halleluja" di G.F. Haendel, con il supporto di un'orchestra. Il primo concerto verrà eseguito il 25 giugno nel Duomo di Anagni (PR),   mentre il secondo si svolgerà il 10 luglio nel cortile dello storico Palazzo dei Marchesi D'Avalos a Vasto, nell'ambito delle manifestazioni estive indette dall'amministrazione comunale.
Il Coro Polifonico Histonium "Bernardino Lupacchino dal Vasto" è un'associazione attiva nel territorio da oltre trent'anni e, grazie al supporto ed al contributo delle istituzioni pubbliche e sponsor privati ha organizzato numerose iniziative culturali, tra le quali merita una particolare menzione la Rassegna Nazionale di Cori Polifonici, che ogni anno si svolge a Vasto nel mese di settembre. Particolare interesse anche la pubblicazione di due volumi dedicati al Musicista Vastese Bernardino Carnefresca, detto il "Lupacchino", Maestro di Cappella con un magistrale intervento critico del Direttore del Coro M° Luigi Di Tullio, sulle produzioni dei Madrigali del compositore vastese.
stralcio da art., a firma Giuseppe Catania, apparso su "Il Vastese", mensile d'info. del territorio - n. 6 giugno 2006

Il Coro Polifonico Histonium nel Friuli
Ambasciatori della coralità abruzzese
Il Coro, da sempre promotore di una raffinata coralità che comprende colore locale, sacralità e polifonia, sarà impegnato in un Laboratorio Corale, nell'ambito della collaborazione con il Coro "S. Antonio Abate" di Cordenòns, che lo porterà i prossimi 15 e 16 ottobre a tenere concerti a Pordenone. Si tratterà della seconda parte delle manifestazioni da svolgersi nell'ambito del gemellaggio intrattenuto con il coro di Cordenòns che, esibitosi a Vasto il 4 e 5 giugno 2005, invita per la seconda volta il coro vastese ad eseguire musica classica e sacra in polifonia e musica gregoriana.
Il 22 ottobre 2005, invece, il CPH sarà ospite di un Festival Musicale di Cori organizzato dal Coro Colombari della città di Pergola, insieme al quale il coro vastese aveva condiviso nel luglio del 2004 un'affascinante esperienza concertistica in Grecia, dove, nelle città di Preveza e di Atene, presso il Centro Italiano di Cultura erano stati eseguiti il Credo e il Gloria di Vivaldi per coro, orchestra e soli.
stralcio da art., a firma Monica De Rosa, apparso su "Vasto domani", giornale degli abruzzesi nel mondo - n. 10 - Ottobre 2005

Il Polifonico Histonium in Sicilia
La corale vastese ospite delle città di Noto e Floridia
Nell'ambito degli scambi culturali e musicali promossi dal Coro Polifonico Histonium "Bernardino Lupacchino dal Vasto", si sono tenuti due concerti di scambio, di grande valenza, nella città di Noto e Floridia, in Sicilia nei giorni 16 e 17 settembre 2005.
La corale vastese è stata ospite del Coro Polifonico "Altieri", diretto dal M° Luca Galizia con l'organista M° Cunegonda De Cicco e del Coro Polifonico G. De Cicco di Carlentini.
I concerti si sono svolti nella Chiesa di San Carlo a Noto e nella Chiesa Madre Floridia a Floridia.
Entrambe le esibizioni hanno avuto un sorprendente successo di pubblico, per il magistrale impegno interpretativo di brani immortali dei più prestigiosi compositori italiani ed internazionali dal '500 ad oggi.
Il Polifonico Histonium, sorto nel 1973, con lo scopo di riscoprire, studiare e divulgare la musica polifonica in tutte le sue espressioni, si è esibito in Italia e all'estero, oltre a dedicare studi e ricerche sulla produzione musicale di Bernardino Carnefresca, detto "Lupacchino" dal Vasto, e pubblicando altresì l'opera omnia del musicista vastese, precursore del Palestrina e Maestro di Cappella in San Giovanni in Laterano a Roma (Le Messe e i Mottetti, in due volumi, edizioni Suvini Zerboni - Milano - 2000, nella collana "Monumenti Musicali Abruzzesi" a cura di Luigi Di Tullio).

L' "Histonium" inoltre, fra i tanti successi conseguiti, vanta quello della partecipazione alla XXII edizione del Festival Internazionale Corale di Prèveza (Grecia) nel luglio 2004, eseguendo, con l'orchestra da camera delle Marche il "Gloria" di A. Vivaldi, replicato presso l'Istituto Italiano di Cultura di Atena (Kifissa).
E' promotore della rassegna Musicale Bernardino Lupacchino dal Vasto giunta alla IV edizione.

Calorosa è stata l'ospitalità e cordialissima l'accoglienza.
stralcio da art., a firma Giuseppe Catania, apparso su "Il Nuovo", mensile d'info. - n. 10 ottobre 2005

Crescere insieme cantando
Ad iniziativa del Coro Polifonico Histonium "Bernardino Lupacchino dal Vasto" si è tenuto, sabato 4 giugno 2005, presso la Chiesa Madonna Addolorata di Vasto un concerto di musica corale con la partecipazione del Coro Polifonico S. Antonio Abate di Cordenons (Pordenone), diretto dal Maestro Monica Malachin, del Piccolo Coro Histonium e dello stesso Coro Histonium diretti dal Maestro Luigi Di Tullio.
Il giorno seguente i cori si sono ritrovati nelle sale di Palazzo d'Avalos per un "concerto aperitivo".

Fernando D'Annunzio è la storia e l'origine del Coro!
Fernando D'Annunzio nel 1973, in un pomeriggio d'estate, invitò un gruppetto di suoi amici, ragazzi e ragazze, per animare una festa che si teneva all' "Aragona Private Club" (un Circolo ricreativo-culturale nato nel Castello omonimo per iniziativa di alcuni dipendenti, diversi dei quali provenienti da fuori regione, del neo insediato stabilimento Magneti Marelli, in seno al quale egli ricopriva l'incarico di consigliere delegato alle attività culturali).
Il suo intento, in quella occasione, era di far ascoltare ai suoi amici e colleghi soci del Club un po' di canti nostrani e mostrare le capacità del gruppo nel cantare accompagnato dalla chitarra e nel cimentarsi anche nell'esecuzione delle mitiche canzoni degli anni 60/70. Il gruppetto con il quale Fernando cantava si era creato già da qualche anno, nell'ambito di un gruppo parrocchiale giovanile della Parrocchia di S. Pietro in Vasto. Erano gli anni in cui le chitarre entrarono in chiesa.
Durante quel pomeriggio i canti si susseguirono nell'entusiasmo e nell'allegria generale, altre voci si unirono al gruppetto e non c'era verso di smettere. Alla fine venne fuori l'idea/proposta: "perché non "facciamo" un coro?"
Il Coro nacque!
All'inizio si chiamò "Coro del Castello Aragona", poi, in seguito alla chiusura del Club, mutò la sua denominazione in "Coro Polifonico Histonium" e, più tardi, nel 1976, si costituì ufficialmente in Associazione con regolare statuto.
Fernando è anche poeta (dialettale e in lingua) e in molte manifestazioni, rassegne e concorsi di poesia, alle quali il Coro è stato invitato ad esibirsi, lui ha partecipato anche come poeta premiato. Tra le tante poesie che Fernando D'annunzio ha scritte e pubblicate, ce n'è qualcuna dedicata al Coro.
A lu Core di štu core
(Messaggio d'amore e di augurio)
per il ventennale del Coro Polifonico Histonium
- Vasto, 22/11/1993 -


Nin' è lu core che mi vatte 'n pètte,
però dentr' a 'štu core šta di case.
Dentr' a 'štu core 'j'haje priparàte
'na casciarmòniche tutt'addubbàte.
E' tante bbelle sintìrl' a cantà!
Li ricci di li chèrne mi fa fa'!
A lu Core Polifoniche Histonium
(con gli auguri per il trentennale) 1973 - 2003





Che bbella cose la polifonïe!
nghi tanta vuce ci tèsse nu cante
e t'adduggisce nghi cchill'armunïe,
ti fa cummuòve, ti tocche, t'ingante.

N' gi pozze crede, trent'anne à passàte
da quand'è nnate a lu Ua
šte 'stu Core;
quanta miliùne di note à cantate,
note di ggioie, di pace e d'amore.

'Je vuje bbene gna fusse nu fìje,
pe' quant' è ccare '
štu Core pe' mme.
D'ogne mumènte m'arvé nustalgïe,
ogne canzone a li recchie m'arvé.

Dàteme 'n pre
šte la voce d'ognùne,
'ca vuje dice nu grazie sincere
a cchi
štu Core e a ùn' a ùne,
pe' ll'amicizie cchiù bbelle e cchiù vere.

Tujjéme 'nzimbre li note azzeccate,
mo, "tant' augurie" 'j'adéma cantà,
pe' li trent'anne che ggià à passàte
e tant' ancòre ch'adanna passà.
Auguri..C. P. H.
(venticinquennale del Coro) (1973 - 1998)

Auguri, Coro che mi stai nel cuore, ........
Un grande caro amico, tanti amici...........
Grande per gloria, onore e per età............
Udire ancor mi sembra il primo accordo, Ricordo, venticinque anni fa, ...................
II primo polifonico vagito.........................


Con l'augurio è doveroso un grazie..........
Per Te e per chiunque in Te ha creduto.
Hai dato a tutti gioie e bei ricordi.. ...........
stralcio dal volumetto "Lu Core di štu core" pubblicato in occasione del 30° anno dalla fondazione del
Coro Polifonico Histonium "Bernardino Lupacchino dal Vasto" - 2003 - Tipografia Histonium - Vasto