Poeti e Scrittori scomparsi di Vasto
Gaetano Murolo
(Vasto, 1858 - Ancona, 1903)
Poeta dialettale autore di originalissimi sonetti in vernacolo
 
Nacque a Vasto nel 1858 da famiglia benestante di origine napoletana;  il
padre
Francesco Saverio fu gestore dell'ufficio doganale locale.
Giovanissimo si impiega nella direzione delle Ferrovie di Ancona. È costretto dal lavoro a continue ispezioni nelle sedi e negli impianti dipendenti da Ancona, poiché in quel periodo si sta sviluppando la rete ferroviaria del centro Italia. Nonostante ciò riesce a coltivare la sua passione per le lettere frequentando circoli culturali
del capoluogo marchigiano e di altre città e tornando, appena può, a Vasto per rituffarsi nella lingua amata.
Ad Ancona conobbe la contessa Guglielmina Rombaldoni che divenne sua
moglie e dalla quale non ebbe nessun figlio mentre ne ebbe uno naturale, poi legittimato, nel 1898, Arnaldo Carpanetti, celebre e apprezzato pittore morto a Milano nel 1969.
Scrisse diverse raccolte di poesie in lingua e vernacolo, romanzi ed una commedia.
Da ricordare la raccolta di sonetti dialettali del 1886 Abruzzo e quelle del 1892 Ranuncoli” e del 1894, Ricordi brianzoli”.

Nel 1898, pubblicò la raccolta
Ciamarèlle, volume di versi in vernacolo. Il titolo, tratto dal primo sonetto, evoca l’immagine di quelle farfalline, le ciaramelle, che al crepuscolo vengono attirate dalle luci dei lampioni; per la tradizione popolare sono le anime dei morti che si aggirano intorno al focolare domestico.  
Morì ad Ancona nel 1903. Nel disegno consapevolmente perseguito del
Murolo si realizza nella cultura vastese la saldatura tra letteratura colta e cultura popolare.
stralcio da "Lunarie de lu Uaste" - ed. 2002 e fonti varie

Fu Luigi Anelli (Vasto, 1860 - 1944), in occasione della lettura delle poesie presso l'antica sede dell'Unione Operaia Rossetti - Vasto, a presentare con acconce e indovinate parole, l'amico poeta concittadino e farlo conoscere alla grande platea.







Nel 1979, Tito Spinelli fece pubblicare i "Sonetti dialettali
di Abruzzo
(1886 - 1898)" - Cannarsa editore - Vasto.
Spinelli, di origine vastese, autore di raccolte poetiche, testi teatrali, romanzi e saggi per il comparto specificamente dialettale si è occupato del teatro di Luigi Anelli e delle commedie di Espedito Ferrara entrambi vastesi.