Artisti vari di Vasto: Fotografi
Vincenzo Di Lello
66054 VASTO - Ch - Italy - Mobile Phone: 328.1668193
www.flickr.com/dll37vcn - e-mail: vincenzodilello@gmail.com
 
Cliccare:
Vasto nella fotografia
Fuochi pirotecnici sul Golfo
Vasto e ... l'Edilizia
Il Salotto letto rotondo
 
Biografia essenziale
Vincenzo Di Lello nasce artigiano del legno negli anni '50, insieme ai fratelli Carmine e Luigi.
Dalla metà degli anni '60 e fino al 1992 esercita la professione di mobiliere ed arredatore di interni unitamente ai fratelli con
la "Di Lello Arredamenti" che per decenni ha rappresentato a Vasto un punto di riferimento per tutti nella scelta di mobili di pregio e di grande gusto. 
Andato in pensione, si diletta di fotografia e nel 2007, munito di fotocamera digitale compatta e con l'ausilio del computer, esprime la sua passione di fotoamatore realizzando una quarantina di fotopanoramiche della sua città.
Nello stesso anno, con la collaborazione dell'assessore al turismo realizza la sua prima mostra dal titolo "Vasto e le sue Panoramiche" poi donata al Comune
di Vasto.
Sempre nel 2007, realizza un'altra mostra fotografica dal titolo
"Da lassù sulla torre e variazioni sul tema".
A Gennaio 2008, spedisce le foto dell'intera mostra a Perth in Australia per esporle nella sede del Vasto Club, dove rimangono in omaggio.
Nel 2010, col poeta Vastese Nicola Bottari realizza un DVD -
Immagini e poesie dedicate a Vasto, ottenendo un grande successo, da parte dell critica e della cittadinanza. Vincenzo e Nicola
raccontano le meraviglie del Creato nella Città del Vasto. E' un inno d'amore a Vasto.
Nell'ottobre 2012, pubblica in You Tube "Vasto in 55 belle immagini"
Nel marzo 2013, sempre in You Tube, pubblica "24 Panoramiche di Vasto", i bei paesaggi del territorio Vastese.
Le sue stupende vedute di Vasto hanno trovato e trovano sempre grande accoglienza e sono vetrina in diversi Siti Internet e sono oggetto di ripetute mostre.
Espone le sue foto in una Galleria Fotografica su Internet nel sito: www.flickr. com/dll37vcn/ che aggiorna periodicamente con nuove immagini.
Un nostalgico ritorno al mestiere di "arredatore" l'ha portato, nel 2012,
a ideare, progettare e brevettare
in Italia il


"Salotto letto rotondo"
Si tratta di un arredo, per interni di monolocali e piccoli appartamenti e per l'esterno dove ha molteplici destinazioni: dai Villaggi Turistici a stabilimenti Balneari, dall'Arredo Urbano fino ad Arredare le Grandi Sale d'Attesa di Stazioni FS, fino a quelli più grandi degli Aeroporti, dove con le sue Fantasiose composizioni, si verrà ad ottenere un bell'effetto scenografico.
stralcio da il "Lunarie de lu Uašte" - ed. 2009 e notizie sparse, M.S., ottobre 2013

Vasto nella fotografia di Vincenzo Di Lello
gioire per tutte le bellezze di Vasto
Vasto e ... l'Edilizia soffrire
per tutte le bruttezze della nuova espansione edilizia
 
Composizione poetica di Vinvenzo Di Lello
Lode al Creatore

Osservo il cielo il mare e i monti:
contemplo i fiori e gli alberi
odo gli uccelli.
Mi bagna la pioggia,
mi accarezza il sole,
mi avvolge il vento.
Per ogni cosa dico grazie,
grazie Signore Gesù
perchè tutto manifesta
qualcosa di Te.
Il Padre lo ha fatto con Amore,
pensando a Te a me
e a tutte le sue creature.
24 gennaio 2011
 
DVD - Immagini e poesie dedicate a Vasto
Vincenzo Di Lello e Nicola Bottari
raccontano le meraviglie del Creato nella Città del Vasto
con una video presentazione
di quattro sezioni, ognuna delle quali contiene ventiquattro foto.
Gli autori dedicano questo video a Vasto, ai vastesi e ai turisti passati, presenti e futuri.
https://youtu.be/PNO1OHFaL_A
Vincezo Di Lello, un appassionato fotoamatore che ama riprendere le più belle immagini di Vasto più volte apprezzate nelle mostre cittadine che hanno suscitato consensi dal pubblico e dalla critica, Nicola Bottari, emerito poeta di struggente passionalità che in tante sue composizioni ha esaltato le bellezze paesaggistiche, storiche, artistiche e culturali di Vasto.
Un binomio per contribuire a magnificare il ricco patrimonio di Vasto.
Di Lello e Bottari, infatti, sono autori di un DVD dedicato a "Uaste bbelle e terra d'eure" (così cantava con struggente nostalgia l'emigrante F. Paolo Votinelli) per raccontare in immagini e in versi "le meraviglie del Creato nella Città del Vasto".
Nel DVD sono contenute quattro sezioni con 24 foto ciascuna con accompagnamento musicale dei giganti del passato e una appassionata dedica di
Vincenzo Di Lello "A Vasto, ai vastesi, ai turisti di ieri, di oggi e di domani".
stralcio da articolo apparso sul mensile d'info. del territorio "Il Vastese" - n. 6 - giugno 2010

Vincenzo Di Lello e le sue fotografie
dal quaderno delle visite, nella Mostra fotografica "Vasto e le sue Panoramicche",
dedica di Gabriella Parente (già insegnante di materie artistiche, ora docente per liberi corsi di:
artigianato, design e beni culturali, presso l’Università delle Tre Età a Vasto)
Amare è conoscere
E’ facile amare la nostra bella Vasto se a farcela conoscere in maniera toccante, contribuisce l’espressione artistica del nostro concittadino Vincenzo Di Lello.
Egli, in questi giorni di inizio estate, ci ha regalato una mostra veramente singolare.
Allestita in due luoghi magici, quali: la sala Vittoria Colonna nel Palazzo D’Avalos e la sala della Casa Rossetti nella Loggia Amblingh, luoghi dove il paesaggio eccezionale delle vedute che dominano i d’intorni, integrano le angolazioni delle opere stesse esposte, creando un connubio del tutto naturale e infinitamente gradevole.
Vincenzo ha scelto come mezzo espressivo: la fotografia. Questa è un “forma d’arte” speciale riservata a chi sa “vedere” oltre l’immagine, la dove esplode e s’innalza il senso della Creazione.

L’artista ha saputo fondere la pellicola impressionata con effetti suggeriti dal computer, con grande abilità intuitiva e maestria compositiva, dando vita a vedute “aperte a libretto” portando lo sguardo dell’osservatore alla fruizione spaziale trilaterale in un piano bidimensionale senza concedere alcun confine visivo. Vincenzo non lo si può definire artista improvvisato, o naif, ma semplicemente un artista che ha rivelato in questa sua mostra una sensibilità interiore remota, esplosa quasi per caso, dopo aver ricevuto in dono una macchinetta fotografica digitale.

Gli studiosi affermano che gli artigiani hanno lunga vita e Vincenzo essendo stato un esperto del legno, già da ragazzo, respirando il mobilio, modificando, costruendo ha sviluppato il “senso del bello” della creatività e del gusto. Tutto questo lo ha utilizzato per esprimere tramite la fotografia, suggestivi squarci di paesaggi rielaborati in modo personale. Chi vede queste immagini se ne invaghisce, perché viene preso da tale emozione da rasentare la Sindrome di Stendhal.

I soggetti paesaggistici comprendono diverse tipologie: quelle naturalistiche: il mare, le colline, la scogliera, le montagne e quelle costruite dall’uomo: cioè la città del Vasto con i suoi borghi, piazze, stradine, tetti, chiese, monumenti, fontane ecc. dove si può leggere la storia vissuta.
La ricerca storica la si denota anche dall’accoppiamento di una stessa veduta della città con la sua visione urbanistica dall’inizio del novecento fino ai giorni nostri.
Ma che dire dei colori vivi, nitidi, realistici che fanno vedere i soggetti con chiarezza e della luce estesa, radente, frontale in controluce, con contrasti di luci ed ombre che danno vita alle immagini fortificandole cromaticamente: tutto risulta luminoso, realistico, vivibile.

E che dire di Punta D’Erce? è un’incanto! un aspetto paradisiaco della nostra città, luogo così vergine e per fortuna ancora incontaminato.
Ma è “ la fotografia “ che ha valorizzato questi luoghi, tale da farceli amare e appartenere quasi a divenire noi stessi parte di ogni paesaggio. Ogni angolo è il nostro angolo, ogni luogo rivela la storia, la cultura e le tradizioni.
Ancora mi complimento con l’artista, che ha saputo cogliere col suo colpo d’occhio, angolature particolari da rendere il paesaggio elegante, romantico, maestoso, vivo e ancora a misura d’uomo.

Vincenzo ci fa sentire orgogliosi di vivere a Vasto e noi lo ringraziamo di averci aiutato a cogliere le diverse bellezze di questa cittadina sull’Adriatico. E’ nostro compito continuare a conoscere, apprezzare, valorizzare, tutelare e diffondere questi beni culturali paesaggistici del nostro territorio.

notizie messe gentilmente a disposizione della Redazione il 6 Maggio 2009

Mostra fotografica di Vincenzo Di Lello, a Vasto
Personale pluritematica
 
 
Dopo l'esordio fotografico con
"Vasto e le sue Panoramiche"
nei mesi di Giugno e Luglio 2007,
(prima in Sala Colonna e poi a Casa Rossetti)
 
l'artista si ripropone anche in Agosto 2007 con una seconda sua personale (questa volta) pluritematica.
A Casa Rossetti in Loggia Amblingh
dal 25 agosto al 1 settembre 2007
orario: 18,30 - 24,00
 
 
 
notizie e foto messe a disposizione da Vincenzo - Vasto, 4 ag. 2007