Personaggi di Vasto
Prof. Costanzo Marinucci
conosciuto come “il prof. Salvataggi” e “il protagonista del mare di Vasto”,
per le sue numerose traversate a nuoto Punta Aderci - Pontile di Vasto Marina
 

 
 
Marinucci, traversata degli 80 anni
Vasto. Il "professor salvataggi" completa la 64a nuotata di oltre tre chilometri

VASTO. Ha festeggiato 80 anni sfidando per il 64° anno consecutivo il mare. Il professore Costanzo Marinucci, ha ripetuto ieri la tradizionale traversata a nuoto del golfo di Vasto. Nonostante il passare degli anni, l'ex docente di matematica è stato protagonista di una nuova impresa. Da località San Nicola ha raggiunto in circa 3 ore a nuoto il pontile della Marina. Si è immerso con maschera, respiratore, pinne e classica boa bianca e rossa al piede. Entrato in acqua alle 8,30 ha raggiunto Vasto marina - distante circa 3 chilometri e mezzo - alle 11,15.
Il "professor Salvataggi", soprannominato cosi dopo il salvataggio a Punta Penna l'11 luglio del 1988 di 5 persone - gesto che gli valse la medaglia d'oro al valor civile da parte dell'allora presidente della Repubblica, Francesco Cossiga - è parso ieri in perfetta forma.
«Il mio pensiero», ha detto Marinucci, «toma spesso a quell'11 luglio di tanti anni fa. Temetti di non farcela ma alla fine la felicità fu immensa. Una volta di più avevo capito il valore di una vita. Anche per questo, per ricordare quel giorno, nuoto ogni anno in questo meraviglioso golfo».
Ieri, giorno in cui Marinucci ha compiuto ben 80 anni, ha guadagnato un altro record:

64 traversate consecutive
All'arrivo ha trovato ad attenderlo come di consueto parenti, amici e tanti bagnanti.
Fra le autorità il vicesindaco, Giuseppe Forte che gli ha consegnato un libro storico sui fatti del territorio e il catalogo dell'edizione 2019 del Premio Vasto d'Arte contemporanea.
Marinucci nelle sue traversate è partito:
per ben 55 volte da Punta Aderci
(circa 7 ore di nuoto),
5 volte dal porto di Punta Penna (circa 6 ore di nuoto),
le ultime 4 dalla Baia di San Nicola (circa 3 ore di nuoto),
per arrivare al pontile di Vasto Marina,
e per 31 anni consecutivi per arrivare a Punta Penna e ritornare poi a Punta Aderci (circa 3
ore di nuoto) per ricordare il Miracolato salvataggio di 5 Persone che stavano affogando
in un unico bagno
(p.c.).
 
 
materiale messo gentilmente a disposizione della Redazione da parte del professor Marinucci - M. S. , 14 luglio 2020.

 
Costanzo Marinucci
(medaglia d’oro al valor civile per atti di eroismo)
Professore di matematica in pensione, docente del liceo Pudente di Vasto, amante del mare,
meglio conosciuto come “il prof. Salvataggi”, denominato “l'uomo-pesce”, “l’eroe vastese del mare”, “il protagonista del mare di Vasto”, “il tritone di casa nostra”, ha portato
a termine (14 agosto 2015), a 76 anni e per la sessantesima volta consecutiva, la mitica nuotata:
 
Traversata a nuoto lungo la mravigliosa costa di Vasto
Impresa unica e difficilmente imitabile!
 
QUESTE LE DATE FONDAMENTALI DELLA SUA VITA, LEGATE AL MARE:
- 1956 Prima mitica nuotata di circa 7 ore, quando era un diciassettenne, lungo la meravigliosa
............
costa di Vasto da Punta Aderci al Pontile di Vasto Marina.
- 1988 L'impresa: il salvataggio di cinque bagnanti che stavano annegando davanti alla spiaggia di
............Punta Penna dove si stava allenando per l’annuale mitica nuotata. Marinucci, molto devoto
............a Sant'Antonio di Padova - così ricorda
La sera stessa andai a pregare Sant'Antonio di
............Padova presso la chiesa di Sant'Antonio di Vasto, per ringraziarlo della forza che mi
............diede nel compiere tale gesto eroico”.
- 1989 Il Prof. Costanzo Marinucci ha ricevuto dal Prefetto di Chieti Dott. Attilio Siani la medaglia
.............di alto valore morale, di alto valore sociale e... data dal Ministero dell'interno “Fondazione
.............Canergie per gli atti d'eroismo”.
- 1990 Gioco televisivo “Caccia all'uomo” condotto da Jocelyn a livello nazionale, autunno 1990.
.............Al detto gioco parteciparono: Como, Ancona, la Repubblica di San Marino, Perugia e anche
.............Vasto, dove il personaggio da ricercare era Costanzo Marinucci.
- 1991 Decorato di medaglia d'oro al valor civile (massima onorificenza dello Stato Italiano), per
........... atti di eroismo, dal presidente della Repubblica On.le Francesco Cossiga (D.P.R. 19-02-
........... 1991)..per aver salvato nel 1988 cinque persone che stavano affogando.
- 2005 Il poeta Nicola Bottari al prof. Costanzo Marinucci ha voluto dedicare una sua
.............composizione ..poetica “Medaglia d'oro. Determinato e impavido in nubifragi di salvezza. .............Eroico lo sforzo. .Sorprende la sfida che lo impegna a concretizzare, di anno in anno, la
.............lunga e avvincente .traversata a nuoto. Unanime il plauso. Alta l'onorificenza” per
.............sottolineare l'impresa ardita del nuotatore insignito di medaglia d'oro al valor civile per
.............atti di eroismo, in ..occasione della.50a traversata, di circa 7 ore di nuoto Punta Aderci-
.............Pontile di Vasto .Marina.
- 2014 Investito da un auto riportando diverse lesioni (27 agosto 2014), dopo alcuni giorni dalla
.............sua.ultima nuotata, sembrava dover dire addio alle sue imprese. Fortunatamente le cose si
.............misero al meglio tanto da riproporsi l'anno successivo per la traversata n. 60.
- 2015 La più recente impresa (14 agosto, 2015), forse la più bella e la più voluta, a 76 anni e per
.............la sessantesima volta consecutiva, ancora la mitica nuotata lungo la meravigliosa costa di
.............Vasto.
Dopo l'incidente del precedente anno, la tenacia non ha abbandonato il Prof, il quale
.............tornato in gran forma, è riuscito a ripetersi nell'impresa della traversata dedicandola al
.............papa Benedetto XVI, che, nel 2007 presso il Santuario di Loreto, a decine di migliaia di .............giovani,..mise lo sport al primo posto nella graduatoria dei valori.

Il Prof. Costanzo Marinucci
.ringrazia di cuore le autorità Civili, Religiose, Militari, Politiche,
Guardia Costiera, A.N.M.I.,
.TRSP, Circolo Socio-Culturale Incoronata P. Gaetano Michele
Piccirilli
”, numerosi giornalisti, parenti, amici, colleghi, studenti, conoscenti e non conoscenti per aver ricevuto coppe, targhe, diplomi di merito, concreti aiuti, lettere colme di complimenti e tutti coloro.che hanno contribuito in mille e più modi per la realizzazione delle dette mitiche nuotate a partire da coloro che lo hanno protetto per più decenni: il Comandante Mario Petrocchi e l'equipaggio della motovedetta dei Carabinieri Compagnia di Vasto “ANGELI CUSTODI”.
M. S., settembre 2015
 
 
 
M. S., settembre 2015
 
Traversata a nuoto Punta Penna-Vasto Marina (14 agosto 2015)
La gioia di Marinucci: compiuta l’impresa per il 60° anno di fila
Accolto da tre applausi scroscianti:
uno al momento in cui tocca il pontile,
l'altro mentre emerge dall'acqua
e il terzo non appena approda a riva
Costanzo Marinucci compie per il 60° anno consecutivo la sua personale impresa: a nuoto
dal porto di Punta Penna alla spiaggia di Vasto Marina.
Affiancato dalla motovedetta Cp 517 della
guardia costiera (con a bordo anche Giovanni Giammichele del 118), l'ex professore di matematica, bracciata dopo bracciata, solca il mare lungo quasi tutta la costa vastese. Una
nuotata di oltre cinque miglia, rinviata il 6 agosto scorso, giorno del suo compleanno, a causa del mare mosso.
Tocca il pilastro esterno del pontile di Vasto Marina alle 11:45, al termine di una traversata iniziata alle 6:05 di stamani. Molti gli stringono la mano quando è ancora in acqua. A 76 anni, l'uomo-pesce ce l'ha fatta ancora. La prima nuotata quando era un sedicenne. Nel 1988 l'impresa: il salvataggio di cinque bagnanti che stavano annegando davanti alla spiaggia di Punta Penna.
Oggi, ad accoglierlo a riva, c'erano il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Forte - che gli ha consegnato una targa con la scritta:
"Al professor Costanzo Marinucci, indomito uomo di mare, in occasione della 60^ traversata a nuoto Punta Aderci-Pontile di Vasto e del compimento del 76° compleanno"
l'assessore comunale ai Servizi, Luigi Marcello, e il comandante dell'Ufficio circondariale marittimo, Giuliano D'Urso.

"Professore, ci rivediamo il prossimo anno", lo saluta sorridendo Forte.
stalcio da articolo, a firma Michele D'annunzio, apparso su "www.zonalocale.it", il
Portale di notizie, attualità, sport, cronaca, musica di Vasto e del Vastese - 14 ago. 2015
 
 
 
 

La "traversata a nuoto Punta Penna-Vasto Marina dell’uomo-pesce" (9 agosto 2014)
Costanzo Marinucci, nuova impresa e una dedica particolare
Questa volta, la lunga nuotata, la 59^ traversata a mare, davanti alla costa vastese l'ha dedicata a due suoi familiari: alla madre e
al fratello deceduto. Dopo averla rimandata il
6 agosto, giorno del suo 75° compleanno, a
causa del mare mosso, Costanzo Marinucci ha
compiuto la sua nuova impresa, nuotando per circa 5 miglia marine da Punta Penna a Vasto Marina. Alle 11,19 il professore in pensione ha toccato il pontile di Vasto Marina. Il suono della sirena della motovedetta Cp 517 della guardia costiera e l'applauso dei bagnanti ha salutato l'ennesima traversata dell'uomo-pesce,
compiuta ai ritmi che gli sono abituali ormai
da sei decenni. Per lui un mazzo di rose rosse, una targa consegnatagli dal presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Forte, e le congratulazioni del comandante della guardia costiera di Vasto, Giuliano D'Urso.
La vigilia - "Mi sono allenato con cura - ha detto alla vigilia - perfezionando tempi e tenuta fin dallo scorso mese di luglio, anche se il tempo inclemente mi ha un po' frenato".
Decorato di medaglia d'oro al valor civile dal presidente Cossiga per aver salvato dall'annegamento, 26 anni fa, cinque bagnanti a Punta Penna, Marinucci ha spiegato perché non si tuffa da Punta Aderci, ma un po' più a sud: "Me lo hanno sconsigliato le autorità, visto che il passaggio davanti all'imboccatura del porto, sebbene segnalata, comporta sempre dei problemi". Quando avrà l'ok dalla Guardia Costiera, assistito dal personale marittimo di Punta Penna e dai medici, il professore conta di giungere davanti al pontile, bracciata dopo bracciata, prima di mezzogiorno. E' lì, a riva, che saranno come sempre in tanti ad attenderlo, fiori e tappo di spumante pronto a saltare. Lui, l'eroe vastese del mare, spera che la nuova impresa gli valga il Premio San Michele, la preziosa statuetta in argento del patrono, simbolo dell'orgoglio vastese in Italia e nel mondo.
stalcio da art., a firma Michele D'annunzio e Giuseppe Ritucci, apparso su "www.zonalocale.it",
il Portale di notizie, attualità, sport, cronaca, musica di Vasto e del Vastese - 9 agosto 2014

6 agosto 2013: Il prof Marinucci, nel giorno del suo 74° compleanno,
porta a compimento la 58^ traversata a mare
Un altro traguardo centrato, quello della 58^ traversata consecutiva a mare, da parte del professor Costanzo Marinucci.
Dopo le classiche 5 ore di nuoto l'energico insegnante di matematica vastese in pensione
ha portato a compimento il percorso Punta Penna-Pontile raggiungendo intorno alle 11 il punto finale al centro della spiaggia di Vasto Marina.
Alle 6 il tuffo nella zona a sud del porto di
Punta Penna, costume rosso, una boa attaccata al piede, un paio di pinne, maschera in volto e
tanta forza di volontà; alle 11, come detto, il
traguardo tagliato al centro di Vasto Marina, con la missione’ nuovamente compiuta ed un altro trofeo’ da mettere in bacheca.
Auguri doppi vanno fatti a Marinucci che oggi, martedì 6 agosto, festeggia pure il suo 74° compleanno.
Ad accoglierlo, per il caloroso abbraccio conclusivo, le sorelle, familiari e amici, con un mazzo di fiori e bottiglie di spumante. Tra le autorità il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Forte, che ha omaggiato il ‘prof’ di un gagliardetto con la riproduzione del Gonfalone di Vasto e del dono del libro sulla storia di Vasto del prof. Costantino Felice, ed il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Punta Penna, il tenente di vascello Giuliano D’Urso.
A ‘scortarlo’, quest’anno, sono stati unità della Guardia Costiera e familiari, non c’erano, invece, i militari del Servizio Navale dei Carabinieri e della Guardia Costiera considerata la soppressione di quest’anno. 
Soddisfazione, sorrisi, abbracci e brindisi finali non sono mancati alla conclusione dell’ennesima traversata con qualcuno che già gli dà l’appuntamento alla prossima estate...
stralcio da articolo apparso su "www.histonium.net" - 6 agosto 2013

7 agosto 2012: "Missione compiuta"
il Prof. Costanzo Marinucci completa la 57^ traversata a mare
Punta Penna - Pontile a nuoto in cinque ore
Completa, per la 57^ volta di fila, la 'mitica' traversata a mare il prof. Costanz0 Marinucci, medaglia d'oro al valer civile per aver tratto in salvo 5 bagnanti che rischiavano di annegare a Punta Penna.
L'insegnante di matematica in pensione, partito poco dopo il porto ha raggiunto dopo 5 ore il pontile al centro di Vasto Marina.
stralcio da articolo apparso su "Vasto domani", giornale degli abruzzesi nel mondo - n. 9 - sett. 2012 

il prof. Costanzo Marinucci
completa la 56^ traversata a mare
Punta Penna - Pontile a nuoto in cinque ore
5 agosto 2011, la traversata annuale di Costanzo Marinucci, professore di matematica in pensione, 72 anni.
Cinque ore per portare a compimento il percorso a mare Punta Penna - Pontile. 'Missione riuscita', ancora una volta, per il professor Costanzo Marinucci che ha messo in 'bacheca' la sua 56esima traversata a nuoto lungo la costa vastese nel giorno del suo 72esimo compleanno.
Ad attenderlo, all'arrivo, un festante gruppo di parenti e amici, oltre a tanti curiosi.
Ad omaggiare Marinucci con una Coppa personalizzata il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Forte e il comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Punta Penna, il tenente di vascello Daniele Di Fonzo.
Marinucci si è tuffato in acqua intorno alle 6.30, sulla spiaggia di Punta Penna per un 'tracciato' quest'estate un po' accorciato rispetto alla solita partenza fissata a Punta Aderci.
A 'scortarlo' quelli che l'energico insegnante di matematica in pensione definisce autentici suoi 'Angeli Custodi', i militari del Servizio Navale dei Carabinieri e della Guardia Costiera.
La dedica, alla fine, all'ex ministro Remo Gaspari, recentemente scomparso.
 
Costanzo Marinucci

Un'avventura
senza interruzione
da tempi lontani.
Coraggio e impegno,
passione
ritmo e cuore
il segreto
della sfida audace.
Fiducia
nelle proprie forze.
Rinnovato slancio
e abbandono
nella Provvidenza
per nuove imprese.
Costanzo Marinucci, il festeggiato, in mezzo
all'amico poeta Nicola Bottari e Ilaria nipote di Nicola
Il poeta Nicola Bottari ha voluto, ancora una volta, dedicare una
composizione poetica al Prof. per il suo coraggio e la sua grande volontà.
Fonti: l'Autore, 6 agosto 2011 e"il Giornale del Vastese", mensile d'info. del territorio - n. 11 - sett. 2011

Vasto, 7 agosto 2010: Il Prof. Costanzo Marinucci
per la 55a volta ha compiuto a nuoto
la traversata da Punta Aderci al Pontile
Il Prof. Costanzo Marinucci per la 55a volta
ha compiuto a nuoto la traversata
da Punta Aderci a Vasto Marina (pontile).
A 71 anni compiuti,
è stato in acqua per oltre sei ore, dimostrando
di aver veramente compiuto una grande impresa.




Il professore ha voluto dedicare questa sua impresa allo scomparso presidente Emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, da cui è stato insignito con medaglia d'oro.

L'Impresa dell'uomo pesce
Era nelle previsioni, anche se, per usare le parole del prof. Marinucci che è pur sempre "permeato" di numeri, non esiste la certezza per nessuna impresa, facile o difficile che sia, ma solo la maggiore o minore probabilità che questa riesca. Ma noi avevamo più che fiducia, la certezza che anche questa volta sarebbe riuscito a compiere l'ennesima traversata da Punta d'Erce al Pontile, accompagnato dall'unità a mare dei carabinieri e da un canotto d'appoggio. Pinne, occhiali ed una boa di segnalazione, si è immerso alle cinque e venticinque, col buio e con una bracciata dopo l'altra, senza smettere mai, neanche per una breve sosta, ha macinato i sette chilometri nominali o, più esattamente, i circa dodici chilometri effettivi, alla media di circa un chilometro e mezzo l'ora, giungendo visibilmente stanco ma non affaticato e dopo aver salutato e ringraziato gli
"angeli custodi" che lo avevano accompagnato fino al pontile è giunto a riva tra gli applausi calorosi dei bagnanti, tra i quali molti turisti che, al racconto delle imprese di questo tritone di casa nostra, si stupivano e parevano non crederci.
Applausi, spumante, congratulazioni, fotografie e coppa della Amministrazione comunale non hanno però distolto il Nostro dalla motivazione che ha voluto sempre dare a queste sue imprese, un insegnamento ed un invito, soprattutto alle nuove generazioni perché pratichino lo sport, anche se non in modo agonistico, soprattutto in considerazione del fatto che una nazione come l'Italia, protesa nel mare, con oltre ottomila chilometri di costa, abbia il cinquanta per cento di cittadini "analfabeti" del nuoto.
Congratulazioni al prof, sperando che l'anno prossimo si realizzi la "staffetta" che avevamo proposto da queste pagine, non tanto per l'evento in sé, quanto per un omaggio al prof perché il suo esempio induca il famoso cinquanta per cento che non sa nuotare, a decidersi ad affrontare il salso mare.
stralcio da art., a firma Elio Bitritto, apparso su "Qui Quotidiano", giornale d'info. del vastese del 12/08/2010

Costanzo Marinucci
Il protagonista del mare di Vasto
Ogni anno, puntuale, al culmine della stagione estiva
il prof. Costanz0 Marinucci, da oltre cinquant'anni ormai,
compie un'epica impresa:
traversata a nuoto da Punta Penna a Vasto (pontile).
Un avvenimento che richiama l'attenzione dei turisti ospiti e dei vastesi che attendono e seguono il solitario nuotatore, ormai definito il "protagonista del mare di Vasto."

Il poeta Nicola Bottari al prof. Costanzo Marinucci ha voluto dedicare una sua composizione poetica per sottolineare l'impresa ardita del nuotatore insignito di medaglia d'oro.
medaglia d'oro
Determinato e impavido
in naufragi di salvezza.
Eroico lo sforzo.
Sorprende la sfida
che lo impegna
a concretizzare,
di anno in anno,
la lunga e avvincente
traversata a nuoto.
Unanime il plauso.
Alta l'onorificenza.
Nicola Bottari
Costanzo Marinucci,
sulla destra della foto, ritratto insieme
al dott. Nicola Bottari
che all'eroico nuotatore
ha dedicato la poesia
stralcio da articolo apparso su "Il Vastese", mensile d'info. del territorio - n. 7/8 - luglio/ago. 2005