Monumenti di Vasto

Monumento alla Bagnante posizionato sullo scoglio di Scalamurze.
Statua in
bronzo, fusa dalla Fonderia artistica Fracaro Arte di Vicenza,
realizzata, nel 1979
, dallo scultore abruzzese
Aldo D'Adamo - peso: mezza
tonnellata - alta: tre metri e sessanta. Conosciuta
anche come la Sirenetta,
è uno dei simboli di Vasto che ha ispirato numerosi fotografi e artisti.

Nata dall’idea del Comune e dell’Azienda di
Soggiorno e Turismo
, guidata dall’avvocato
Roberto Bontempo
, la statua ritrae una giovane ed
avvenente donna intenta ad allacciarsi il costume da bagno

statua: in bronzo
realizzata nel: 1979
peso: mezza tonnellata
altezza: 3 metri e 60 cm.
 
 

Lu munumuènde a la Bbagnânde 

Si vvi’ a Lu Uâšte, abbass’ a la Marèine,
sopr’ a nu scuòje šta ‘na signurèine,
tutte di bbrànze, jé lu munumuènde
ch’è štàte dedicäte a la Bbagnânde.


Âdde, slangiäte, di bbillezza räre,
‘i fa da spècchie l’acche di lu muäre;
quas’ a la nìute... sole la mutânde,
tutti li huârde, tutti ci si ‘ngânde.

Ognüne vàite ca šta maštrijènne
vicine a nu fiuccàtte, e s’addummuânne:
- ma la mutânde, chila ggiuvunàtte,
mo si li léve o mo si li màtte? -

Šta cacchidìune che n’ zi ni vo jè’
e aspette pi’ vvidà gna va ‘ ffinè’.

poesia del poeta vastese Fernando D'Annunzio
Sulla cogliera a Vasto Marina
Monumento alla Bagnante al chiarore lunare

Omaggio della Città

al fascino delle gentili ospiti

che scelgono di

trascorrere le vacanze

nella ridente stazione balneare.

Negli anni, è divenuta il simbolo

della località turistica vastese
Monumento alla Bagnante - in ceramica  - di G. Pollutri  - cm.21 x 12 - anno 2004
Monumento alla Bagnante
Vasto - Spiaggia, monumento alla Bagnante, trabocchi
 
Il Monumento alla Bagnante di Vasto:
unico al mondo, spesso è scambiato per la "Sirenetta" di Copenaghen
 
Una stupenda immagine del Monumento alla Bagnante di Michele Massone
La Città del Vasto, la più bella spiaggia dell'Adriatico, dall'arenile ampio e dalla sabbia dorata finissima, tra le sue molte peculiarità, vanta un primato mondiale: su di uno scoglio distante pochi metri dal lungomare Ernesto Cordella, è stato eretto un monumento dedicato alla "bagnante" unico al mondo, che molti scambiano per la "Sirenetta" di Copenaghen.
A Vasto, quando il turismo era qualcosa di impegnativo - e l'allora Azienda di Soggiorno e Turismo e le istituzioni di settore facevano a gara per valorizzare e migliorare la promozione, i manifesti pubblicavano slogans come:
Vasto sull'Adriatico in Abruzzo,
Vasto, il mare per le tue vacanze
- veniva realizzato un monumento alla "bagnante", unico al mondo!
Signora,Vasto le ha dedicato un monumento. Venga a vedersi!
recitava un azzeccato invito diramato dalla AAST.
Ed ecco il motivo secondo quanto reclamato dalla Azienda di Soggiorno e Turismo di Vasto.

"Ha preso corpo a Vasto una originale, felice iniziativa dell'Azienda di Soggiorno e del Comune, la posa su uno scoglio antistante la lunata spiaggia vastese del monumento alla bagnante, vale a dire alla protagonista indiscussa della stagione balneare.
L'idea appare originale e felice, giacché il singolare monumento potrà costituire un ulteriore motivo di attrazione turistica: non sentiranno, le donne di qualsiasi latitudine, il desiderio di venire a... vedersi simbolicamente raffigurate e immortalate in un monumento che è sì di disimpegno -
il momento della vacanza è del tutto spensierato - ma che appartiene, intanto sempre più alla prassi, e, anzi,
alla necessità, anche consumistica? Dunque una ragione in più per reclamizzare la spiaggia vastese che di doti e peculiarità naturali ne ha da vendere, ma che ad esse può ora aggiungere questo nuovo elemento caratterizzante".
stralcio da art., a firma Giuseppe Catania, apparso su "www.noivastesi.blogspot.com" - 28 agosto 2015

Un Monumento
.......perchè?
Un Monumento alla Bagnante può significare prima di tutto l'omaggio, quanto mai doveroso, ad una "professione" che è divenuta nel tempo sempre più impegnativa.
Bagnante, è perfino superfluo ricordarlo, non vuol dire più colei
che piglia e va a farsi un bagno nel mare: per difendersi dal caldo,
per assestare la linea, per tenersi in buona forma muscolare.
Una volta era così. Oggi invece dire bagnante è come dire severo
studio di ricerca avente come fine l'identificazione (e quindi la messa
in atto) di un comportamento. Di qui è possibile arrivare a parlare
di stile di vita, di marchio contrassegnante una scelta non puramente estetica. Il vecchio "costume da bagno" che era appunto
l'indumento con il quale si entrava in acqua e che, tra l'altro, quanto
a foggia, non andava al di là dei due o tre collaudati modelli, è
definizione da intendersi oggi invece in una misura ben diversamente implicativa, cioè a dire come tutto un modo di predisporsi e poi di atteggiarsi nei confronti di quella sempre più obbligante stagione che
è la balneare.

Costume insomma, lo dicevamo, come comportamento. Balneare, si capisce. È femminile. No, non si vuol dire che la cosa, cioè tutta la faccenda del "come" porsi a fronte degli impegni da spiaggia
(leggasi occhi: di amiche, colleghe, ammiratori), riguardi soltanto la donna: che alla parità dei diritti, raggiunta finalmente da parte di lei,
Monumento alla
Bagnante - 2004 - di
Giuseppe Franco
(Pino) Pollutri
- in ceramica - cm. 21 x 12
è conseguita da parte di lui la parità dei "doveri" (dall'abbigliamento al maquillage). Ma è fuori di dubbio che la spiaggia abbia tuttora non un re ma una regina (vi ricordate quando si eleggeva infatti non la miss ma la reginetta del mare?): e si intenda naturalmente una serie infinita di regine, equivalente al numero di tutte le rappresentanti del gentil sesso dislocate sulla riviera, senza discriminazioni di età essendo che nel novero vanno poste anche le giovani principesse e anche (guai a ignorarle!) le regine madri. Ebbene, a questa protagonista dell'estate balneare non si doveva dedicare un monumento? Vasto, dedicandoglielo, ha colmato un vuoto e ha posto un precedente. Avrà un seguito su altre riviere, la "monumentazione" della bagnante? Ben venga, se ci sarà. Per Vasto l'onore di aver posato il primo bronzo...
notizie recuperate da mat. divulgativo degli anni 79/80 dell'Az. di Soggiorno e Turismo ora I.A.T. di Vasto - M. S., nov. 2006
 
 

Dal belvedere di San Michele: Li scùjje di Scaramuzza 
(La zona antistante il monumento alla Bagnante prende il nome da tal
Pietro Scaramuzza che aveva il diritto di carico e scarico delle merci
)


Cartolina,  Scalamurze prima del Monumento