Vasto: La Lampara, pesca d'altri tempi
 
E' questa una rara fotografia di una particolare imbarcazione fornita di lampade a carburo o a petrolio destinata alla pesca notturna chiamata lampara. Ma il termine, più che essere riferito tout court all'azione dell'illuminare, si trova inizialmente a indicare la rete a circuizione (detta anche réta vulànde) e, più in generale, il sistema di pesca con rete alla deriva e con luce abbagliante.
Veniva praticata in tutte le stagioni, nelle notti senza luna ma con mare calmo.
Ad essa partecipavano una barca a motore con rete e tre battelli, ognuno dei quali servito da due marinai e con due riflettori.
Il lavoro era indirizzato alla pesca di pesce turchino e verde, sarde e sgombri.

A bordo della lampara si riconoscono Michele Del Borrello, quarto da sinistra, più noto
come Micchele il ristoratore, Sebastiano Di Silvio, Nicola Bozzelli, Angelo Galante
stralcio da "Lunarie de lu Uašte" - ed. 2007

Vignola era un punto d'approdo per molti marinari che pescavano pesce azzurro.
Nelle foto: il "motore" che trainava le lampare mentre scarica il pesce in attesa di fare il pieno per la successiva notte di pesca.
stralcio da "Lunarie de lu Uašte" - ed. 2009