Città limitrofa di Vasto
San Salvo: News
Premio Bandiera Verde a San Salvo
 
Premio Bandiera Verde 2016 a San Salvo
Nella Sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma questa mattina (11/11/2016) si è svolta la cerimonia di consegna della Bandiera Verde Agricoltura della Confederazione italiana agricoltura (Cia).
San Salvo si è visto riassegnare il premio nazionale per il 2016 consegnato dal presidente nazionale della Cia Dino Scanavino.
Per il Comune di San Salvo erano presenti l’assessore alle Attività Produttive Oliviero Faienza e il coordinatore unico Cia di Chieti-
Pescara Giuseppe Torricella.
«A nome del sindaco Tiziana Magnacca – ha affermato l’assessore Faienza – ho ringraziato  il presidente nazionale Scanavino per aver riconfermato la Bandiera Verde alla Città di San Salvo. Ho espresso parole di gratitudine alla delegazione di San Salvo per la preziosa collaborazione a testimonianza del riconoscimento dell’impegno del nostro territorio in un settore che produce economia e fonte di reddito per centinaia di famiglie, anche attraverso l’attività di specializzazione dell’Euroortofrutticola punto di riferimento per i nostri agricoltori».
Il sindaco Magnacca ha ribadito che la Bandiera Verde ha riconosciuto l’impegno dell’Amministrazione comunale nelle politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio anche a fini turistici, nell’uso razionale del suolo, nella valorizzazione dei prodotti tipici legati al territorio, nell’azione finalizzata a migliorare le condizioni di vita ed economiche degli operatori agricoli e più in generale dei cittadini.
stralcio da www.comune.sansalvo.gov.it - 11 nov. 2016

Premio Bandiera Verde 2006 a San Salvo
Il Comune di San Salvo è stato insignito di un altro riconoscimento.
La Cia (Confederazione Italiana Agricoltori), infatti, ha assegnato alla città rivierasca il Premio Bandiera Verde Agricoltura 2006, ritirato dall'assessore alle Attività Produttive Alfonso Di Toro, nel corso della cerimonia svoltasi presso l'Aula del Rettorato dell'Università Politecnica delle Marche, ad Ancona.
«Il concorso cui abbiamo aderito - spiega il sindaco Marchese - aveva lo scopo di premiare i Comuni meritevoli d'azioni svolte al fine di salvaguardare lo stato di salute dell'uomo, del suolo e dell'ambiente; migliorare le condizioni economiche e di vita degli operatori agricoli; la qualità e genuinità delle produzioni alimentari. In quest'ambito, la nostra Amministrazione comunale ha svolto numerose azioni che ci hanno consentito di essere tra le poche città abruzzesi (dieci) insignite di questo riconoscimento da parte della Cia. Tra le azioni più significative, voglio ricordare il regolamento per la gestione ambientale approvato in Consiglio Comunale, la Bandiera Blu, le certificazioni Iso 14001 del 2004, il nostro eco-sistema basato sul verde ed una politica di attenzione all'agricoltura che sta culminando con la Res Tipica sulle pesche. Ma, di là della documentazione richiesta dalla Cia e da noi prodotta, vi è anche il costante impegno amministrativo negli interventi ordinari e straordinari per la viabilità rurale che consente ai nostri agricoltori una qualità di lavoro migliore e, di conseguenza, un miglioramento delle stesse condizioni di vita».
Soddisfatto del riconoscimento anche l'assessore Di Toro. «La Bandiera Verde Agricoltura - commenta - s'inserisce in un percorso virtuoso di impegno della nostra Amministrazione comunale che ci pone delle eccellenze anche nel settore delle attività produttive, in questo caso nel settore agricolo. Mi preme, infine, sottolineare che il premio della bandiera verde agricoltura ha validità per cinque anni».
stralcio da art., a firma M. D. P., apparso sul mensile "Il Nuovo", periodico d'info. - n. 10 nov. 2006