Canto popolare di Vasto
V'aspetteme a l'Abbruzze per risentire la musica: cliccare qui
( versi e musica di Aniello Polsi) - Cantato dal Gruppo Folkloristico Aniello Polsi di Vasto
 
Venite, v'aspetteme a ste muntagne,
venite, v'aspetteme a sta marine.
Chi c'è venute, certe, cchiù nen cagne
e ci ritorne gne a la casa sé'.

Rit.: Le canzune di Urtone,
li cumbitte di Sulmone,
le scrippelle teramane,
li mirlitte aquilane...
e la spiagge di Rosete,
sabbia d'ore di Pinete,
mare chiare di Pescare,
Francaville e Sante Vite
nghe lu Uaste "Terra d'Ore"...
Queste è l'Abbruzze me'.


Uffrime a tutte quante nghe lu core,
lu mejje che teneme a sta reggione;
se, chi ci ve' a truvà', ci fa unore,
è certe ca cuntente se n'arvà.

Rit.: Le canzune di Urtone, ecc., ecc.

Sta terra benedette de l'Abbruzze
è terre la cchiù sane de lu monne:
qua se riceve ogne gentilezze,
surrise de bardasce pe' sugna'...

Rit.: Le canzune di Urtone, ecc., ecc.